Dicembre

L’anno sta volgendo al termine. In poltrona, al calduccio, potete sfogliare le riviste e pianificare la prossima stagione di giardinaggio. Stelle di Natale e abeti creano l’atmosfera giusta per prepararci con serenità alle imminenti feste in famiglia. Se scegliete la posizione giusta e dedicate loro le cure che meritano, vi sorrideranno per lunghe settimane. In questo periodo non dimenticate di controllare anche le vostre piante in vaso: i parassiti possono causare gravi danni in pochissimo tempo. Date un’occhiata anche al giardino e sul balcone. Controllate che le coperture invernali siano ancora intatte e non scordatevi di annaffiare le piante sempreverdi nelle giornate soleggiate e senza gelo.

Crescione sul davanzale della finestra

Con il suo elevato contenuto di vitamine B e C, d’inverno il crescione rafforza le nostre difese immunitarie. Il sapore leggermente piccante del crescione aromatizza formaggio fresco, quark, insalate e piatti caldi. La sua coltivazione è semplice e rapida! Seminate il crescione in vaschette piatte su carta assorbente per germogliatori o terriccio. Sistematele preferibilmente su un davanzale luminoso in cucina; avrete sempre crescione fresco a portata di mano! 

Prendersi cura delle stelle di Natale

La stella di Natale è tra le decorazioni natalizie più amate, proprio come la corona dell’Avvento e l’abete addobbato a festa. Ma se non viene curata nel modo giusto, questa bellezza infuocata non dura a lungo: in effetti se si trova in una posizione sbagliata e se viene bagnata troppo, la pianta reagisce rapidamente perdendo le foglie. Visto che la stella di Natale è molto sensibile al freddo, deve essere ben imballata prima di essere portata a casa. Giunta nella sua nuova dimora, la pianta deve essere sistemata in un luogo caldo, ma al riparo dai raggi del sole diretti e dalle correnti d’aria. Annaffiandola, occorre evitare l’acqua stagnante. Bagnatela soltanto quando la terra risulta asciutta al tatto e utilizzate di preferenza acqua poco calcarea a temperatura ambiente.

Albero di Natale

L’abete addobbato con ghirlande luminose, bocce, cioccolatini e capelli d’angelo fa brillare ogni anno gli occhi di grandi e piccini. Per procurarvi un albero della forma e delle dimensioni desiderate, dovreste acquistarlo per tempo. Fino al momento di addobbarlo, potete conservarlo in un luogo freddo e umido, ad esempio sul balcone, in giardino, in cantina oppure sulle scale di casa non riscaldate. Per evitare che l’albero perda rapidamente gli aghi una volta sistemato nel soggiorno, non mettetelo accanto al termosifone e mantenetelo umido. Si conservano meglio gli alberi di Natale con contenitore dell’acqua integrato.

Pianificare la sistemazione del balcone

In questa stagione balconi e terrazzi sono grigi e tristi. Regalatevi e regalate loro qualche ora di ottimismo e iniziate a progettare la prossima stagione. Cercate di ricordare quali piante sono cresciute bene lo scorso anno e cercate nuove ispirazioni nelle riviste e nei libri di giardinaggio, e ovviamente anche su Internet. Stilate una lista dei desideri, così ricorderete tutte le belle idee per l’inizio della nuova stagione.

Cura nei quartieri invernali: controllo regolare dei parassiti

Durante i mesi invernali, numerosi parassiti si sviluppano senza che ne accorgiamo sulle piante portate in casa dal balcone o dal terrazzo. Alcuni insetti succhiatori si propagano molto rapidamente e danneggiano le piante con il loro apparato boccale. Per evitare una diffusione incontrollata dei parassiti, osservate regolarmente le vostre piante alla ricerca di eventuali infestazioni e, se del caso, combattetele senza perdere tempo. Ad esempio le piante mediterranee quali oleandri e ulivi vengono prese di mira spesso e volentieri dai ragnetti rossi o verdi, che si nascondono sotto la superficie fogliare. Per debellare questi minuscoli parassiti vi consigliamo di utilizzare Gesal Spray antiacari.

Altre piante sono invece colpite più frequentemente dalle cocciniglie. Sono marroni e hanno la forma e le dimensioni di una capocchia di spillo. Le cocciniglie lanose e farinose fanno parte anche dei tipici parassiti che si sviluppano durante i mesi estivi. Hanno un aspetto molto simile a un batuffolo di ovatta. Per combattere tutti i tipi di cocciniglia, vi consigliamo Gesal Spray Insetticida ad azione prolungata CALYPSO.

Annaffiare i sempreverdi

Nelle giornate soleggiate e senza gelo, dovreste annaffiare regolarmente i sempreverdi, ad esempio i bossi. L’acqua evapora costantemente attraverso le foglie, anche in inverno.

Sistemazione del giardino

L’Avvento invita alla calma e alla serenità. È il periodo ideale per passare in rassegna la stagione “verde” appena terminata e cominciare a programmare la prossima. Sfogliando riviste, libri e consultando i vari siti web, potete trovare nuove idee per ristrutturare e ripensare il vostro giardino. Annotate le vostre idee e mettetele in ordine di priorità e di fattibilità.

Controllate regolarmente le protezioni invernali

In inverno fate regolarmente una passeggiata in giardino e controllate se le protezioni sono ancora intatte. Rimanete sui vialetti, poiché ogni orma causa un compattamento del terreno. Se ha nevicato, liberate con delicatezza gli alberi e i cespugli per evitare che i rami si pieghino e si spezzino sotto il peso della neve. Controllate anche che le vostre piante siano ben protette dal freddo e che la copertura non si sia spostata o aperta.

Verdure invernali dall’orto

Gli ortaggi invernali appena raccolti ci aiutano a superare in salute la stagione fredda. Porri, cavolini di Bruxelles, formentino, scorzonera & Co. dovrebbero tuttavia essere protetti dal gelo mediante un telo di tessuto non tessuto o rami di abete. Fanno eccezione le verze e il cavolo verde. Le temperature sotto lo zero ne esaltano il sapore aumentando il contenuto di zuccheri. In linea di massima cercate di raccogliere le verdure invernali prima di un lungo periodo di gelo. Controllate le previsioni meteo!