Marzo

Marzo - La primavera è alle porte. È il momento giusto per fare l'inventario delle piante da vaso e programmare il rinvaso nel terriccio nuovo. Chi vuole coltivare piante aromatiche, girasoli e ortaggi, a marzo può già iniziare a piantare. E per far respirare bene il prato, si deve rimuovere il manto invernale.

Non dimenticare il rinvaso

Sulla superficie del terreno si vedono già delle radici sottili? Il vaso è tutto pieno di radici e il pane di terra è impenetrabile? Allora è proprio ora di rinvasare. Utilizzate a tale scopo un buon terriccio, come ad esempio COMPO SANA Terriccio universale di qualità. Qui trovate segreti e suggerimenti in materia.  

Altre informazioni

L'apporto continuo di sostanze nutritive garantisce una crescita sana

Rispetto alle piante che crescono in pieno campo, le piante ornamentali da vaso hanno a disposizione una quantità molto limitata di terra. Per il rifornimento di sostanze nutritive e acqua, fondamentali per la loro vita, dipendono quindi dalle nostre cure. Dopo il riposo invernale, le piante si risvegliano lentamente e iniziano a crescere. È quindi il momento giusto per supportarle con un apporto continuo di nutrienti. I fertilizzanti liquidi rendono disponibili le sostanze nutritive molto rapidamente, ma l'effetto non dura molto. Per alimentare le piante in modo ottimale, va aggiunto all'acqua di annaffiatura 1 volta a settimana. Preferite rifornire per mesi le vostre piante con una sola applicazione? Utilizzate Gesal Bastoncini fertilizzanti universale con effetto prolungato per 3 mesi.

Piante aromatiche coltivate da sé

Cosa c'è di meglio delle erbe aromatiche raccolte dal proprio giardino? Sono sempre fresche e sono più saporite rispetto a quelle secche o congelate. Le piante aromatiche in serra possono essere piantate tutto l'anno. D'inverno bisogna però fare i conti con una crescita ritardata. In primavera, quando le giornate si allungano e le temperature salgono, aumenta la velocità di germinazione e le piante aromatiche si possono gustare prima. Qui trovate altre informazioni sulla coltivazione.

Altre informazioni

Cosa fiorisce sul davanzale?

Gelsomini e cactus di Pasqua a marzo ci allietano con i loro fiori colorati che ci accompagnano verso la primavera. 

Inventario delle piante da vaso

La nuova stagione di balconi e terrazze è alle porte. Lavate a fondo i vasi e verificatene lo stato, senza dimenticare gli accessori, come supporti per fioriere e altri fissaggi. Se c'è qualcosa di rotto o manca qualcosa, sostituitelo.  

Piantare le piante che annunciano la primavera

Dopo il lungo e buio inverno, amaranti, nontiscordardime, viole del pensiero e primule annunciano il risveglio primaverile. I vasi con piante che fioriscono in primavera, con i loro fiori, mettono sempre di buon'umore. Per piantare nei vasi, utilizzare il prezioso COMPO SANA Terriccio universale di qualità.

Potare la lavanda

Potandola annualmente, la lavanda resta compatta e non invecchia. Tagliatela di un terzo o metà non appena finiscono i grandi geli, a forma di semisfera. Così si garantisce una germogliazione rapida.

Terreno nuovo e aria aperta per le piante da vaso

Le piante da vaso hanno dovuto resistere per tanto tempo nella loro sistemazione invernale. Ora, soprattutto le piante mediterranee non vedono l'ora di godersi l'aria aperta in balcone o terrazza. Mettetele quindi all'aperto e vi ripagheranno con una fioritura intensa. Le piante sensibili al freddo vanno preparate lentamente al trasloco, che va effettuato solo a metà maggio, dopo il "gelo di maggio". Prima di tornare fuori, si deve controllare che sulle piante non vi siano insetti, e val la pena dare un’occhiata anche al pane di terra. Se è molto compatto e pieno di radici, è meglio travasare la piante usando terra nuova. L'ideale è COMPO SANA Terriccio per piante da balcone che garantisce tutte le sostanze nutritive importanti per 8 settimane.

Precoltura di girasoli e ortaggi

Chi durante l'estate desidera avere un fiume di fiori o ortaggi freschi raccolti in balcone o terrazza, deve piantare ora i semi in (mini)serra e coltivare le piantine. Importante: utilizzare un terriccio specifico di coltivazione, come COMPO SANA Terriccio per semina e piante aromatiche. La struttura particolarmente sottile e il contenuto ridotto ma equilibrato di sostanze nutritive è stato appositamente studiato per le esigenze dei germogli.

Rosmarino raccolto dall'orto

Appena il balcone si risveglia dal letargo invernale, si possono raccogliere i primi rametti di rosmarino.  

Altre informazioni
Altre informazioni sull'erbe aromatiche

Sgomberare l'aiuola di piante perenni

D'inverno le piante perenni possono offrire nutrimento e riparo alla fauna selvatica (api, farfalle, larve). Prima della nuova germinazione, è necessario quindi potare le infiorescenze e le foglie gelate. Le piante perenni vi ringrazieranno con una fioritura rigogliosa. Nelle piante alte, tagliare il getto dello scorso anno lasciando solo le foglie più basse. È importante che la nuova germinazione non venga ostacolata dai getti vecchi e secchi. Per rimuovere dall'erba gli steli morti, bisogna "pettinarla".

Altre informazioni

Cura del prato dopo l'inverno

Dopo il lungo e nevoso inverno, il prato è molto provato e ha bisogno di una cura intensiva. Per rafforzarlo dalle radici alla punta degli steli, concimarlo con un fertilizzante di qualità. L'ideale è Gesal FLORANID Concime per tappeti erbosi a effetto prolungato che fornisce le sostanze nutritive importanti per 3 mesi. Se il prato si è rafforzato, ad aprile si può procedere con le prime falciature.  

Altre informazioni

Piantare i cespugli con bacche

Volete mangiare le bacche direttamente dal cespuglio durante l'estate? Vista la loro germogliazione anticipata, piantate i cespugli con bacche al più tardi a marzo. Al momento dell'acquisto, informatevi su quali varietà sono più resistenti agli insetti più frequenti nella vostra zona. Dopo averli piantate, concimateli con Gesal Concime per bacche - effetto prolungato. Con una sola applicazione, le piante sono rifornite al meglio con tutte le sostanze nutritive necessarie per 6 mesi.

Iniziare la semina in pieno campo

Si può iniziare a impiantare i primi ortaggi nelle aiuole del giardino. Melanzane, barbabietole rosse, cavoli rapa, porri, pastinache, cavoli e zucchine possono essere seminati in pieno campo. Con la semina diretta all'aperto, si risparmia fatica rispetto alla precoltura. Gli ortaggi crescono meglio se prima il terreno è stato dissodato.