Giugno

Giugno - Le prime calde giornate estive rendono già assetate le piante. Fate molta attenzione ad annaffiarle a sufficienza. Nel giardino, rose, siepi e bossi non vedono l’ora di riacquistare la forma giusta con la potatura.

Vacanze all'aria aperta per le ortensie

Con i loro fiori enormi, le ortensie sono tra le piante fiorite più amate. A inizio di giugno apprezzano una vacanza all'aria fresca. Spostatele in balcone o in terrazza in un luogo arioso, in penombra, evitando l'esposizione diretta ai raggi del sole. Mantenete le ortensie ben umide, ma non inzuppatele. Soprattutto durante il periodo di fioritura, è importante un apporto equilibrato di sostanze nutritive. Una volta a settimana, aggiungete all'acqua di annaffiatura un fertilizzante liquido specifico, come ad es. Gesal Fertilizzante per ortensie e azalee. La pianta vi ringrazierà con fiori enormi e duraturi.

Altre informazioni

Sostituti per le vacanze

Tutti aspettano con ansia le vacanze, che arrivano sempre prima di quanto sembri. Perché le piante non secchino durante le ferie, si deve pensare in anticipo a qualcuno che ci sostituisca. Se vicini o parenti non possono venire ad annaffiare le piante in nostra assenza, è consigliabile irrigare in maniera intensiva prima dell'arrivo delle vacanze e mettere le piante all'ombra. In caso di assenza breve, ad esempio un weekend lungo, questi accorgimenti possono bastare.
Se le ferie sono più lunghe, invece, è indispensabile un sistema di irrigazione automatico. Si può utilizzare ad esempio il cosiddetto cono di argilla.
 

Cosa fiorisce sul davanzale?

Curcuma alismatifolia, passiflora, cuscino della suocera.

Annaffiare e concimare correttamente

Senza le giuste cure, la gioia per le nuove piante in balcone e in terrazza non dura molto. Rispetto alle piante in giardino, le piante da vaso hanno a disposizione una quantità molto limitata di terra. Per garantire un apporto sufficiente di acqua e sostanze nutritive, è fondamentale rispettare le esigenze della pianta con l'irrigazione e la concimazione. Nell'irrigazione, bisogna tener presente del fabbisogno di ogni singola pianta. Inoltre, meglio evitare di annaffiare sotto il sole di mezzogiorno. Le gocce d'acqua fungono da lente e possono causare combustioni. È preferibile quindi annaffiare la mattina o la sera, facendo attenzione a bagnare solo la zona delle radici e non i fiori. Per evitare la comparsa di malattie crittogamiche, evitare anche di bagnare le foglie. Una volta a settimana, aggiungete all'acqua di annaffiatura un fertilizzante liquido, come ad es. Gesal Fertilizzante per ortensie e azalee. Con la formula equilibrata di sostanze nutritive e l'aggiunta di ferro, garantisce fiori rigogliosi e foglie verde intenso.

Graticci di supporto per le piante rampicanti

Le piante rampicanti in balcone o in terrazza riparano da occhi indiscreti, decorano facendo ombra e offrono agli uccelli possibilità di nascondersi e nidificare. Per una crescita sana e robusta, tutte le piante rampicanti, a eccezione delle autoportanti, hanno bisogno di un graticcio di supporto stabile. All'inizio le piante si aiutano volentieri nell'arrampicata anche legandole al sostegno della pergola o all'asta di sostegno. Si consiglia di fare un nodo a otto.

Togliere tutto ciò che è appassito

Rimuovendo le parti appassite delle piante fiorite, non solo ne guadagna la bellezza, ma si stimola anche lo sviluppo di nuove infiorescenze. Questo è particolarmente importante nelle piante che tendono a una formazione intensa di frutti o semi. Per lo più, i fiori appassiti possono essere staccati manualmente, altrimenti aiutarsi con delle cesoie. In questa fase, eliminare anche le foglie appassite o ingiallite e i getti danneggiati per evitare la comparsa di malattie.

Rinvasare gli agrumi

I limoni, gli aranci, gli alberi di mandarino cinese e simili tollerano meglio lo spostamento in un vaso nuovo nella fase di crescita. Le piante giovani vanno rinvasate ogni 2-3 anni, quelle più vecchie ogni 4 anni. Utilizzare un terriccio specifico, come COMPO SANA Terriccio per agrumi, che, con la sua combinazione equilibrata di sostanze nutritive, garantisce la formazione di fiori belli e di molti frutti. Inoltre, l'importante sabbia di quarzo garantisce una buona distribuzione dell'acqua nel substrato, evitando così i ristagni e l'imputridimento delle radici. Otto settimane dopo il rinvaso, non dimenticare di assicurare l'apporto di nutrienti con un fertilizzante liquido specifico, come ad esempio Gesal Fertilizzante agrumi.

Altre informazione
Il rinvaso

Margini marroni sulle foglie

Dopo lo spostamento in balcone o in terrazza, le foglie delle piante ornamentali si sono schiarite e il bordo è diventato marrone? Non solo gli uomini, ma anche le piante, non abituate ai forti raggi del sole, possono ustionarsi. Spostare le piante colpite all'ombra per 2 settimane, all'aperto, o riparatele dal sole con un tessuto-non tessuto. Eliminate le foglie secche non appena se ne formano di nuove.

Programmare le vacanze

Estate, sole: è tempo di vacanze! Per non lasciare seccare le piante, bisogna pensare in anticipo a dei sostituti per l'irrigazione. Se vicini o parenti non hanno tempo, le piante vanno preparate alla vostra assenza. Per i viaggi brevi, basta spostare le fioriere e i vasi all'ombra e annaffiarle abbondantemente prima di partire. Per assenze prolungate, è necessario un sistema automatico di irrigazione.

Cosa fiorisce in balcone?

Rose, lavanda, oleandro, bocca di leone. 

Tempo di raccolto nel balcone della cucina

Basilico, fragole. 

Potatura decorativa

La potatura estiva di arbusti decorativi come il bosso e il ligustro non ha solo fini estetici, ma serve anche a far crescere piante sane. A fine giugno la germinazione di primavera è giunta a piena maturità, è quindi il momento di potare le piante così la nuova germinazione avrà abbastanza tempo per maturare fino all'autunno. Più tardi si pota, più sensibili al gelo saranno i getti. Qui trovate altre informazioni sulla potatura del bosso.

Altre informazioni

Curare i pomodori

Mangiare i pomodori direttamente dalla pianta: cosa c'è di meglio? Ma solo con le cure giuste si possono raccogliere pomodori sani e saporiti. Ad eccezione dei pomodori nani, le piante vanno sbranciolate settimanalmente, e vanno rimossi i getti laterali improduttivi senza danneggiare il getto principale su cui si formano i frutti. Sostenete il getto principale legandolo a un puntello con rafia o spago di sisal, ogni 20 cm. Dopo la formazione dei primi frutti, tagliare anche i getti laterali che crescono nelle ascelle delle foglie e dal getto principale.

Nell'annaffiatura, evitare forti variazioni nella quantità di acqua. Le piante di pomodoro prediligono un terreno uniformemente umido. Fare attenzione a bagnare solo il terreno e non le foglie della pianta.

Per un raccolto ricco e saporito, da inizio settembre la pianta va aiutata con un apporto nutritivo sufficiente. Consigliamo Gesal Fertilizzante per pomodori e piante aromatiche.
 

Altre informazioni

Potatura estiva delle rose

Soprattutto la rosa indica e la rosa da bordura vanno potate d'estate. Si tratta di una ripulita che stimola la formazione di nuovi getti più forti e una fioritura intensa. Potate fino alla seconda foglia sana al di sotto del fiore appassito. Utilizzare forbicioni affilati ed effettuare il taglio leggermente in obliquo. In questo modo si favorisce lo scorrimento dell'acqua piovana o di annaffiatura e si previene l'attacco da parte di muffe e funghi. Dopo la potatura, per dare sostegno a una nuova germinazione forte, si deve garantire un apporto ottimale di sostanze nutritive. Concimate quindi le rose con Gesal Concime per rose - effetto prolungato.

Altre informazioni sulla potatura delle rose
Altre informazioni sulla cura delle rose

Rinverdire i punti danneggiati del prato

Le chiazze spoglie nel prato non sono solo brutte a vedersi, ma è proprio in quei punti che si sviluppano facilmente infestanti e muschi. È pertanto consigliabile rinverdire le superfici danneggiate. Dissodate quindi il terreno dei punti da riparare e rimuovete pietre o asperità. Infine, distribuite uniformemente la semina integrativa manualmente e comprimetela leggermente. Per la semina integrativa e la riparazione di punti radi del prato o punti problematici è molto indicato Gesal Rinnova prato o il pratico Gesal Riparaprato MiX. Per evitare differenze con il prato esistente concimate i punti da rinverdire, utilizzando un fertilizzante come Gesal FLORANID Concime per tappeti erbosi a effetto prolungato. Coprire la semina integrativo anche con uno strato fine di terriccio (ad es. COMPO SANA Terriccio per prati) garantisce un risultato migliore.

Altre informazioni
Altre informazioni sulla cura del prato

Tempo di raccolto in giardino

Aglio, carote, asparagi.