Rivenditori più vicini
compo image

Termini di ricerca frequenti

Rivenditori più vicini
terriccio

Cosa dovreste sapere sul terriccio

Molti sono i terricci in commercio. Ma da cosa potete capire quale sia il terriccio più adatto per le vostre piante? Qui scoprirete quali accortezze dovrete avere prima di acquistare un terriccio - e in che senso non tutti i terricci sono uguali.

Da cosa è costituito il terriccio?

Dal momento che ogni pianta ha le proprie necessità, il terriccio, anche chiamato substrato, contiene diverse miscele di ingredienti differenziati. Ciò comporta il fatto che i terricci possono avere caratteristiche molto diverse. La distinzione è tra proprietà fisiche, biologiche e chimiche.

Proprietà fisiche

  • Struttura/stabilità
  • Volume dei pori
  • Capacità d’acqua
  • Capacità di aria

Proprietà biologiche

  • senza parassiti
  • privo di semi di erbe infestanti oppure a contenuto minimo
  • privo di agenti patogeni

Proprietà chimiche

  • Valore del pH
  • Salinità
  • Contenuto di nutrienti
  • Tamponamento

Le proprietà fisiche e biologiche sono determinate dal substrato di base del terriccio; può trattarsi ad esempio di compost, humus o torba. Con l'aggiunta di ulteriori materiali quali minerali argillosi, sabbia silicea o perlite, le caratteristiche possono essere migliorate e adattate alle esigenze delle diverse piante. Anche le proprietà chimiche dipendono dalla ricetta. Così, ad esempio, la calce regola il pH, mentre il fertilizzante fornisce alle piante sostanze nutritive sulla lunga durata. Pertanto, quando acquistate un terriccio, prestate attenzione alla sua composizione.  

terriccio

Perché la scelta del giusto terriccio è così importante?

Il terriccio rappresenta per le vostre piante una sorta di “salotto”. Di cosa avete bisogno per stare bene dentro le vostre mura domestiche? Ci dovrebbe essere abbastanza spazio e dovrebbe essere disponibile l’opportunità per il relax; inoltre, non dovrebbe essere né troppo freddo né troppo caldo. Lo stesso vale per i substrati: forniscono alle radici un supporto e garantiscono la stabilità della pianta. Allo stesso tempo, immagazzinano acqua e sostanze nutritive e hanno pori d'aria sufficienti a garantire l’ossigenazione delle radici.

Da cosa posso riconoscere se un terriccio è di alta qualità?

Un buon terriccio contiene sufficienti nutrienti studiati su misura per le diverse specie di piante e una concimazione di base che copre le esigenze nutrizionali durante le prime settimane. Un’ulteriore caratteristica che determina la qualità del terriccio è il valore del pH: solo con il corretto valore del pH i nutrienti contenuti nel terreno possono essere assorbiti dalle piante. Prestate inoltre attenzione alla consistenza della terra: i substrati di alta qualità sono miscelati uniformemente e quando vengono toccati si sfaldano in particelle più soffici ma pur sempre stabili. Non da ultimo, un test olfattivo può aiutare - una buona terra profuma di sottobosco e non dovrebbe emanare odore di marcio o di muffa.

Suggerimento

La maggior parte delle piante preferiscono terreni con un pH compreso tra 5,5 e 6,5. Le piante acidofile, tuttavia (mirtilli, mirtilli rossi, rododendro), prosperano solamente in un’aiuola o in vasi con terra acida (valore pH 4-5).

terriccio

Qual è la particolarità del terriccio COMPO?

Nel 1956 è stato il primo terriccio in confezioni user-friendly e ancora oggi è il marchio più conosciuto nel nostro assortimento: il nostro terriccio COMPO SANA® . La sua composizione è studiata su misura per le esigenze delle piante e contiene tutto ciò che è necessario per una crescita sana. Grazie al miglioramento delle ricette e a una speciale miscela di oligoelementi, ora alcuni dei nostri substrati forniscono sostanze nutritive alle piante anche fino a dodici settimane. Severi controlli da parte dell’Istituto agrario di studio e di ricerca della Camera dell'agricoltura tedesco (LUFA) e la gestione della qualità certificata DIN ISO garantiscono la qualità elevata e costante dei terricci COMPO.

Come si può rinunciare alla torba in giardino?

Chi vuole utilizzare alternative ai terricci contenenti torba, ora può farlo con la coscienza a posto. La percentuale di torba, così preziosa per le piante e che è contenuta nella maggior parte dei terreni, viene sostituita da humus di corteccia domestico, compost, fibre di cocco o legno. Anche queste sostanze naturali portano a buoni risultati di crescita.

Rinvasare le piante nel modo corretto

Oltre a sufficiente luce, acqua e sostanze nutritive, le piante hanno bisogno soprattutto di sufficiente spazio. Qui scoprirete perché è così importante rinvasare le piante e come si fa.

Approfondisci la lettura

Condividi

Iscrizione alla newsletter

Sempre informati

Consigli per la cura delle piante in base alle stagioni, ispirazioni su temi quali giardino, prato, decorazione e tante altre informazioni… tutto questo sulla nostra newsletter!

Iscrizione effettuata con successo!

Tra breve riceverai una mail. Per confermare la tua iscrizione, clicca sul tasto di conferma contenuto nella mail.

Comunicaci per favore il tuo indirizzo e-mail.

Conferma il tuo consenso attivando il segno di spunta.

compo image

GESAL. Piante belle, semplicemente.

Con o senza pollice verde – insieme per una vita più verde.

Seguirci Gesal su facebook

Servizio

Altre informazioni su COMPO