Rivenditori più vicini
compo image

Termini di ricerca frequenti

Rivenditori più vicini

Scheda informativa

Campanellino

compo image
compo image

Esigenze

Annaffiatura:
mezzo
Luce:
Mezz’ombra/ombra
Cura:
minima

Periodo di fioritura

Caratteristiche

Campo di applicazione:
Aiuole, bordure
Altezza di crescita:
20 cm
Colore dei fiori:
Bianco

Piantare correttamente

Piantare i campanellini

Esposizione:

I campanellini, chiamati anche campanule o bucanevi giganti, sono piante bulbose dall’intenso profumo che con la loro fragranza alla violetta e la caratteristica fioritura a febbraio annunciano la primavera. La campanula proviene originariamente dall’Europa centro-meridionale ed è attualmente molto diffusa, nasce spontaneamente negli spazi aperti, ma sta bene anche nei nostri giardini di casa.

Come collocazione, il campanellino preferisce luoghi da moderatamente umidi a umidi e terreni argillosi ricchi di sostanze nutritive, idealmente arricchiti di humus. Il luogo dovrebbe essere scelto all’ombra, dal momento che la campanula non sopporta bene il sole diretto. Vive particolarmente bene sotto gli alberi caducifoglie, dove è maggiormente riparata pur rimanendo in risalto.

Piantagione:

Se volete piantare la campanula in giardino, dovreste farlo nel periodo da settembre a novembre. I bulbi del campanellino dovrebbero essere piantati in terra alla distanza di 10 centimetri uno dall’altro. Le buche dovrebbero essere profonde tre volte il diametro del bulbo.

Potete piantare il campanellino con la terra adatta anche in un vaso o davanzale. Sia per arricchire il terreno del giardino che per la piantagione in vaso, si addicono terre con un’alta percentuale di humus e prezioso guano. Potete inoltre migliorare facilmente la qualità del terreno del giardino aggiungendovi del compost.

Lo si può abbinare idealmente con altri fiori primaverili come l’eranto o il croco.

Propagazione:

Il campanellino può essere propagato in diversi modi.
Semina spontanea: non recidere i fiori appassiti. Il fiore si apre e sparpaglia i semi.
Bulbillo: prelevare con cautela i bulbilli dal bulbo madre dopo la fioritura ad aprile oppure separate i gruppi di bulbi divenuti troppo grandi e impiantateli in altro luogo.
Prima che la semina o la propagazione arrivi a formare nuove piante adulte ci vorrà però un po’ di pazienza.

compo image
Quotemark

Acquistare le piante o i bulbi sempre nei negozi.

Poiché il campanellino rientra nella lista delle specie minacciate, è sottoposto a rigida tutela e non può essere estirpato dal suo sito di crescita naturale.

RENE WADAS, il medico delle piante

Mantenere correttamente

La cura del campanellino

Irrigazione:

Se la campanula è stata piantata in un luogo che rimane sempre leggermente umido, il fiore dovrà essere annaffiato solo durante periodi di siccità prolungata. Qualora annaffiaste la pianta, dovrete fare attenzione ed utilizzare acqua povera di calcare, come ad esempio l’acqua piovana, evitando assolutamente la formazione di acqua stagnante.

Concimazione:

Nelle aiuole o in giardino, la concimazione non è strettamente necessaria se il terreno del posto o la terra nel vaso contengono ancora sufficiente sostanze nutritive. Appena dopo la messa a dimora, le sostanze nutritive nella terra dovrebbero bastare per una stagione.

Qualora le sostanze nutritive del terreno fossero esaurite e riscontraste una riduzione della crescita e della fioritura, dovreste intervenire con un apporto di sostanze nutritive, ad esempio con un fertilizzante universale. Somministrando il fertilizzante liquido assieme all’acqua di irrigazione potremo evitare di bruciare le radici e i bulbi sensibili, poiché il fertilizzante può distribuirsi in modo molto uniforme assieme all’acqua.

Concimate a febbraio, in una giornata non gelida, quando la pianta inizia a germogliare. Dopo marzo o aprile, tuttavia, non dovrete più concimare perché in questo periodo la pianta si prepara per la pausa di riposo.

Misure per l’inverno:

Il campanellino è resistente all’inverno e pertanto non deve essere messo al riparo in questo periodo dell’anno. Negli inverni poveri di neve, tuttavia, si deve controllare che il terreno non secchi completamente. Per questo basterà bagnare leggermente la pianta quando non vi è il pericolo di gelate.

Negli inverni ricchi di neve, quando i fiori sono coperti da un leggero strato di neve, non è necessario annaffiare. La neve non dovrà comunque essere rimossa dalle campanule, perché questi fiori sono in grado di sbucare dal manto nevoso e mostrare le loro splendide corolle.

Il nostro CONSIGLIO

Attenzione ai roditori: le bulbose sono spesso assalite da topi e altri roditori, e per questo si dovrebbe provvedere a proteggere i fiori, eventualmente con un cestino. In questo modo, potrete evitare che i roditori mangino i vostri bulbi.

compo image

Tutte le parti della pianta della campanula sono velenose. Se, ad esempio, un bambino coglie dei fiori e poi mette le mani in bocca, potrebbero insorgere cefalea e senso di nausea. Per gli interventi di potatura, è necessario indossare guanti da lavoro.

Condividi

Iscrizione alla newsletter

Sempre informati

Consigli per la cura delle piante in base alle stagioni, ispirazioni su temi quali giardino, prato, decorazione e tante altre informazioni… tutto questo sulla nostra newsletter!

Iscrizione effettuata con successo!

Tra breve riceverai una mail. Per confermare la tua iscrizione, clicca sul tasto di conferma contenuto nella mail.

Comunicaci per favore il tuo indirizzo e-mail.

Conferma il tuo consenso attivando il segno di spunta.

compo image

GESAL. Piante belle, semplicemente.

Con o senza pollice verde – insieme per una vita più verde.

Seguirci Gesal su facebook

Servizio

Altre informazioni su COMPO